Buona prestazione del Cus Siena Consumit - Sansedoni ai Campionati assoluti d'Italia

Buona prestazione del Cus Siena Consumit - Sansedoni ai Campionati assoluti d'Italia

14.04.2013 - 17:34

0

Dopo l'ottima prova alle qualificazioni regionali, il Cus Siena Consumit - Sansedoni ben figura anche al Campionato italiano assoluto svoltosi a Catania lo scorso weekend. Considerato l'altissimo livello della competizione, tra i cui atleti figuravano molti olimpionici e judoka di spessore mondiale, la sezione può ritenersi abbastanza soddisfatta di quanto raccolto, pur avendo la consapevolezza che ci sono i margini per un ulteriore miglioramento. Andrea Ferretti, nella categoria fino a 60 Kg, affronta la gara con la giusta concentrazione e determinazione, avendola meglio dell'umbro Balzana al primo turno.
Al secondo incontro si trova opposto al napoletano Di Loreto, medaglia di bronzo e d'argento nelle ultime due edizioni; un gran lavoro tattico porta il cussino ad imporsi al golden score per tre sanzioni a due, approdando così ai quarti di finale e, di fatto, eliminando uno dei favoriti per la conquista del titolo. Quando la zona medaglia era già a portata di mano il cussino ha un calo di concentrazione che, a questi livelli, difficilmente rimane impunito: l'avversario di turno, il romano Piredda, ne approfitta e obbliga Andrea a tentare la scalata verso il podio attraverso i recuperi. Dopo aver dominato il ligure Trovesi, viene però sconfitto da Andreoli del gruppo sportivo Carabinieri di Roma che relega il senese ad un più che onorevole settimo posto, vale a dire a un passo dalla zona podio. Nella categoria superiore, fino a 66 Kg, Gregorio Orlandi, dopo aver passato grazie al sorteggio il primo turno, si sbarazza del laziale Ripandelli ma al turno successivo si trova di fronte  a Emanuele Bruno del gruppo sportivo Fiamme Gialle. Nonostante una grande prestazione, il cussino è costretto a lasciare via libera al rivale che terminerà poi la propria gara al secondo posto.
Nei turni di recupero, complice una forma fisica precaria, viene sconfitto dall'emiliano De Luca terminando così la propria avventura, consapevole che con una condizione fisica migliore avrebbe potuto fare più strada. L'ultimo cussino in gara, Francesco Lo Parco, alla prima finale di tale spessore, paga forse l'inesperienza, in una categoria, i 73 Kg, tra le più difficili, visto l'alto numero di atleti di grande spessore. Sconfitto al primo turno da Melegari di Parma, argento agli italiani Under 21, non viene recuperato, in quanto l'avversario perde l'incontro decisivo, lasciando un po' di amaro in bocca al senese, voglioso di dimostrare le proprie qualità. Nel complesso dunque si è trattata di una buona performance dei judoka senesi che, con una maggior tenuta fisica e mentale, avrebbero potuto percorrere ancora più strada e avvicinarsi alle posizioni più prestigiose.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Belen super sexy in lingerie, boom su Instagram

Belen super sexy in lingerie, boom su Instagram

Fa il boom su Instagram il video in cui Belen accenna qualche passo di danza, in lingerie, sulle note di Despasito. Sono quasi un milione le visualizzazioni per il filmato postato dalla stessa showgirl che ancheggia in modo molto sensuale.

 
Elton John ha rischiato di morire
Rara infezione

Elton John ha rischiato di morire

Elton John ha rischiato di morire per una rara infezione contratta mentre era in tour in Sudamerica. Lo fa sapere il portavoce del cantante inglese, che si è sentito male la settimana scorsa sul volo di ritorno da Santiago del Cile. Ricoverato in terapia intensiva a Londra l'artista, 70 anni, ora sta meglio ed è a casa, ma ha dovuto annullare un paio di concerti negli Stati Uniti. Il ritorno ...

 
Addio bottigliette, arriva Ooho l'acqua in capsula

Addio bottigliette, arriva Ooho l'acqua in capsula

Un futuro senza bottigliette di plastica è possibile secondo gli ingegneri e i ricercatori di Skipping Rocks Lab che hanno brevettato Ooho, delle sfere commestibili che somigliano a gocce d'acqua.

 
Damien Hirst a Venezia: tutto è vero, anche il contrario

Damien Hirst a Venezia: tutto è vero, anche il contrario

Venezia (askanews) - C'era una volta. Comincia così, come le favole e come i miti, la storia dell'ultimo, enorme progetto di Damien Hirst, maestosamente svelato a Palazzo Grassi e Punta della Dogana a Venezia, la città che unisce il drammatico fascino di un impossibile mondo di bellezza decadente e l'autorigenerante energia dell'arte contemporanea, naturalmente impersonata dalla Biennale. ...

 
Elton John ha rischiato di morire

Rara infezione

Elton John ha rischiato di morire

Elton John ha rischiato di morire per una rara infezione contratta mentre era in tour in Sudamerica. Lo fa sapere il portavoce del cantante inglese, che si è sentito male la ...

Il "figlio" di Benigni (La Vita è Bella) è tornato

AREZZO

Il "figlio" di Benigni torna in Toscana

Il "figlio" di Roberto Benigni nel film degli oscar La Vita è Bella (1997) è tornato ad Arezzo. Una visita di piacere per l'attore Giorgio Cantarini (Orvieto, 1992) che è stato ...