SIENA

Siena si candida nel circuito della Formula E. L'idea di un senese

21.10.2014 - 13:32

0

SIENA Un gran premio di Formula E, con bolidi a motore elettrico da oltre 200km/h, lungo le strade intorno alla Fortezza Medicea di Siena. E' l'idea di un senese, Carlo Bartalini, che ha già trovato l'entusiasmo del comune di Siena e che potrebbe rappresentare non solo una novità coinvolgente del mondo automobilistico mondiale, ma anche una ghiotta opportunità per la città sia in termini economici sia in termini di sviluppo aziendale e turistico. Proprio oggi la Commissione dell’Automobil Club d’Italia e della Federazione Internazionale dell’Automobilismo, facente capo a Jean Todt, si trova a Siena per una prima valutazione sulla fattibilità della realizzazione del Gran Premio in un tracciato disegnato intorno alla Fortezza Medicea.

"Settimana di eventi" "L’idea del Gran Premio di Siena - spiega Bartalini - nasce grazie alla possibilità fattiva e già studiata di creare un Circuito cittadino intorno alla Fortezza Medicea con caratteristiche di lunghezza e andamento tali da poter ospitare manifestazioni motoristiche, ovviamente con un allestimento identico a quello di un Gran Premio di F1. Lo stesso Circuito sarebbe poi teatro ultimo per tutti i prodotti esposti, di fronte ad un pubblico che porterà numeri ed entusiasmo. Una settimana di eventi silenziosi, di pace, spesso in silenzio. Ma di emozioni, cultura e innovazione, una ribalta internazionale per Siena che potrebbe andare oltre a quelle che sono le nostre tradizioni, non la solita esposizione ma qualcosa di talmente unico da restare come patrimonio ed eccellenza per Siena e un riferimento per la Formula E. Ovviamente per la messa in opera di questo Progetto, del quale il Comune di Siena ha già dimostrato un concreto interesse, sono stati già messi in contatto Partners fortemente interessati, prima tra tutte Enel, il più grande operatore elettrico d’Italia”, già attiva sul territorio tramite l’installazione di colonnine elettriche per le ricariche dei mezzi.

Circuito La Lizza Già nei primi anni del 1900 era molto famoso nel panorama delle corse italiane il “Circuito della Lizza” teatro di eventi a due e quattro ruote: " Sarebbe molto bello far coincidere la nascita di un evento permanente nel panorama internazionale. E magari fare diventare Siena una Future City. Un’idea visionaria, forse, di sicuro coraggiosa, un Evento della durata di una intera settimana, con Siena contenitore e banco prova per i più importanti Produttori Mondiali di veicoli e mezzi a due, tre, quattro ruote o più” sottolinea ancora Bartalini.

Cosa è la Formula E La Formula E è una serie automobilistica ideata dalla Federazione Internazionale dell'Automobile (FIA), e dedicata a veicoli spinti da motori elettrici. La categoria è stata ideata nel 2012, mentre l'avvio del campionato inaugurale è stato il 13 settembre 2014. Eventi dimostrativi sono stati realizzati nella seconda metà del 2013. La categoria si basava inizialmente su vetture identiche, fornite da un unico costruttore. Dalle stagioni future saranno le scuderie di Formula 1 a costruire i propri prototipi.Il telaio sarà fornito dalla Dallara, mentre i propulsori saranno prodotti dalla McLaren Electronic Systems, che fornirà anche l'elettronica e il cambio. Anche la Renault sarà tra i partner tecnici della categoria, mentre la Williams fornirà le batterie al litio. Le prestazioni sono pazzesche, anche se contenute in termini di autonomia: La massima potenza potrà essere utilizzata nelle prove libere e nelle qualifiche. Durante la gara la potenza sarà limitata per ridurre il consumo, anche se sarà consentito l'utilizzo di potenza supplementare per un tempo limitato.

Protagonisti mondiali I piloti di Formula E sono professionisti particolarmente conosciuti, si va da Takuma Sato a Nelson Piquet (figlio del grande campione del mondo), passando per Nicola Prost, Bruno Senna, Iarno Trulli, Nick Heidfeld e due donne: Katherine Legge e Michela Cerruti. La Formula E si corre a Monte Carlo, Berlino, Londra, Miami, Long Beach, Buenos Aires, Punta del Este, Putrajaya, Beijing. Poter aggiungere anche il nome di Siena vorrebbe dire aprire una vetrina internazionale sulla città senza precedenti che porterebbe svariati milioni di euro di investimenti. Oggi, intanto, il primo passo.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

El Alamein (askanews) - Le autorità egiziane e più di 35 delegazioni straniere hanno commemorato il 75esimo anniversario della battaglia di El Alamein del 1942, importante vittoria alleata sui nazisti, in un Egitto in lutto per la morte ieri in un attentato di almeno 35 poliziotti. La cerimonia si è svolta al cimitero della Commonwealth War Graves Commission, dove riposano i resti dei soldati ...

 
Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Capri (askanews) - Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, boccia la proposta di doppia moneta lanciata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco del convegno dei giovani imprenditori. "No, non ci convince la doppia moneta - ha detto Boccia a margine del meeting degli under 40 di Confindustria - riteniamo che possa incrementare solo elementi inflattivi. La grande sfida del ...

 
Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Madrid (askanews) - Il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, riunito in un Consiglio dei ministri durato un paio di ore, ha deciso di fare ricorso all'Articolo 155 della Costituzione per revocare una serie di prerogative della Generalitat della Catalogna, il governo regionale autonomo, dopo che questo ha fatto votare un referendum per l'indipendenza. "Applichiamo l'Articolo 155 della ...

 
A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

Milano, (askanews) - Per ogni cottura ci vuole la pentola giusta. Da 110 anni è questo principio che ispira un'azienda simbolo del made in Italy, la Pentole Agnelli, presenza immancabile nelle cucine dei grandi chef di tutto il mondo. E non solo. E pensare che tutto ebbe inizio con un metallo considerato prezioso all'inizio del secolo scorso: "Nonno Baldassare nel 1907 inizia a utilizzare ...

 
"Anche io ho subito delle avances"

La rivelazione dell'attrice Isabelle Adriani

"Anche io ho subito delle avances"

Nel Corriere dell'Umbria di oggi, 19 ottobre, riportiamo le rivelazioni  di Isabelle Adriani, nome d’arte di Federica Federici, attrice, scrittrice, giornalista perugina di ...

19.10.2017

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017