Tanzania, inaugurato il reparto di maternità a Itololo

Il centro sanitario dedicato a Rosy Pestelli Brandani: è stato il suo ultimo desiderio prima di morire

08.09.2013 - 15:29

0

E' bello, ogni tanto, poter dare notizie che aprono il cuore alla speranza, verificare che c'è anche una solidarietà disinteressata, non accompagnata dalle fanfare, ma tutta protesa a dare una mano a chi ha più bisogno. Il 21 agosto in Tanzania presso la missione di Itololo retta dai frati Passionisti si è inaugurato nel Centro sanitario il reparto maternità.
Una notizia bella in sé, considerati gli spaventevoli numeri dei neonati che muoiono ogni anno in Africa per mancanza di strutture ed assistenza adeguate. Ma il reparto di maternità di Itololo ha una sua commovente storia. Il 22 settembre 2011 muore Rosy Pestelli, moglie di Piero Brandani per il male incurabile che la divora in pochi mesi. La coppia era appassionata di viaggi, uno degli ultimi in Tanzania. Lì conoscono Padre Riccardo e visitano la sua Missione. Rosy è mamma ed è naturalmente portata ad interessarsi dei bambini. La realtà è che manca il Reparto Maternità. Promette a padre Riccardo che si impegnerà per raccogliere fondi tra gli amici ed i parenti per sostenerne l'apertura.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 7 settembre
a cura di Piero Ruffoli
         

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

AREZZO

Pupo perde borsello in Russia (con 7 mila euro), anziana glielo restituisce

Pupo perde il borsello con 7 mila euro in Russia, una donna lo trova e glielo restituisce. Era una venditrice di fiori, non voleva alcuna ricompensa, ma Enzo Ghinazzi le ha ...

10.06.2018

Anche le donne corrono il Bravìo

Montepulciano

Anche le donne corrono il Bravìo

A Montepulciano seconda edizione del Bravio delle Dame, l’evento ideato lo scorso anno dalla contrada di San Donato che ha immediatamente riscosso unanimi consensi sia da ...

09.06.2018

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Asciano

Festa del cane, di razza e anche meticcio

Una festa per grandi e bambini e per tutti i loro amici a quattro zampe. E’ la Festa del Cane in programma ad Asciano domenica 3 giugno (ore 9 – Zona sportiva Sant’Anna, ...

01.06.2018