Grande successo, il premio Lasa a Luchini e Dionisi

L’appuntamento di Badia Isola giunto alla sua 13a edizione

27.05.2013 - 13:03

0

Se un bambino fosse nato quando è nato il premio Lasa, oggi quel bambino sarebbe un bel ragazzo che si appresterebbe a preparare gli esami di terza media. Ha tredici anni infatti questo premio che nel tempo è diventato sempre più appuntamento importante per le serate di festa organizzate dall'Abbi (Associazione Benefica di Badia Isola) nell'ambito di "C'ero anch'io a Badia a Isola" giunto quest'anno alla sua 27a edizione. Tantissime persone nella sala dell'Antica Limonaia ad applaudire i premiati, personaggi di spicco come sempre, che nel mondo soprattutto dello sport portano con onore alto il nome di Siena in Italia e nel mondo. Dopo il saluto del presidente dell'Abbi Graziano Lastrucci, quello del sindaco vicario Angelo Santucci che ha ricordato quanto il comune sia vicino a questo tipo di manifestazioni; poi la consegna delle targhe d'argento che sono andate quest'anno ad Andrea Luchini, cardiologo, neo eletto presidente regionale della Federazione medico sportiva italiana e a Enrico Dionisi manager internazionale di atletica leggera accompagnato da Ezekiel Meli fortissimo fondista vincitore del meeting di Torino sui 5000 metri. Un premio, quello Lasa, ideato e sponsorizzato da Luciano Sammicheli che della Lasa è il titolare e che come detto è stato inserito nell'ambito di serate di festa organizzate per sostenere il più nobile degli intenti, quello di raccogliere fondi da devolvere poi, senza passaggi intermedi, a chi, giorno dopo giorno, studia per cercare di sconfiggere il cancro. Gli stand della Festa saranno aperti in questo fine settimana per riprendere poi giovedì prossimo con una grande cena di pesce, e per concludersi domenica 2 giugno.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

A Tokyo Maria Grazia Chiuri presenta la collezione Dior

A Tokyo Maria Grazia Chiuri presenta la collezione Dior

Roma, (askanews) - A Tokyo la collezione Dior è sul tetto di un grande magazzino a Ginza. La stilista Maria Grazia Chiuri: "Sono stata diverse volte in Giappone in passato, è un paese bellissimo. Adoro le sue creazioni artigianali. Sono piene di umanità e in questo sono vicine alla cultura francese e alla mia cultura italiana. Lavoro in questa compagnia con lo stesso atteggiamento. Rispetto il ...

 
Storie Di Vino: Frescobaldi, soddisfatti da quantità buyer esteri

Storie Di Vino: Frescobaldi, soddisfatti da quantità buyer esteri

Roma, (askanews) - Lamberto Frescobaldi, è vice presidente vicario dell' Unione Italiana Vini, e rappresenta anche l' azienda, che porta il suo nome, e che si trova in Toscana. Askanews lo ha incontrato, nelle giornate in cui si è svolto il Vinitaly a Verona. Frescobaldi ha spiegato che gli stanno a cuore tutte le cose che sono del mondo del vino. Quello del 2017 per Frescobaldi è stato un bel ...

 
La 'prima' di Macron dopo il voto è al memoriale genocidio armeno

La 'prima' di Macron dopo il voto è al memoriale genocidio armeno

Roma, (askanews) - Il centrista Emmanuel Macron, che ha superato il primo turno delle elezioni francesi e si confronterà con Marine Le Pen al ballottaggio il 7 maggio, ha reso omaggio alle vittime del genocidio armeno, a Parigi. Prima uscita pubblica del candidato vittorioso alle elezioni di domenica 23 aprile. Macron - che ha insistito per avere una cerimonia separata da quella del presidente ...

 
Esce Kapi, l'album del trio Gulun, Allulli, de Raymondi

Esce Kapi, l'album del trio Gulun, Allulli, de Raymondi

Roma (askanews) - Un viaggio nei colori, nelle atmosfere, nei profumi e nelle sonorità mediterranee. Tutto questo in Kapi, il nuovo progetto discografico che nasce dall'amicizia e dalle affinità tra i due musicisti romani, Marcello Allulli, al sassofono, ed Emanuele de Raymondi alla chitarra elettrica, e Selen Gulun, artista di Istanbul, al piano e alla voce. Un incontro, il loro, che risale a ...

 
Il "figlio" di Benigni (La Vita è Bella) è tornato

AREZZO

Il "figlio" di Benigni torna in Toscana

Il "figlio" di Roberto Benigni nel film degli oscar La Vita è Bella (1997) è tornato ad Arezzo. Una visita di piacere per l'attore Giorgio Cantarini (Orvieto, 1992) che è stato ...